Il Fondo italiano d’Investimento entra in Seco

venerdì, 1 giugno 2018

Un investimento da 10 milioni di euro per lo sviluppo all’estero dell’azienda aretina, socia fondatrice di Cubit

Il Fondo Italiano d’Investimento, partecipato da Cassa depositi e prestiti, ha sottoscritto nei giorni scorsi un aumento di capitale di 10 milioni di euro, entrando come socio di minoranza in Seco, azienda con una storia quarantennale nel mondo dell’elettronica.

Nata dai due fondatori Daniele Conti e Luciano Secciani (che detengono l’80% del capitale) l’azienda produce microprocessori per l’Internet delle Cose e per l’automazione industriale, annoverando tra i suoi clienti grandi aziende come Technogym e nel settore biomedicale, Esaote, Bellco e Sorin. Alla base di questo successo, un’attenzione costante alla ricerca e all’innovazione, finanziata anche, nel caso di Udoo – un micro-pc open source oggi usato dagli sviluppatori in tutto il mondo – tramite una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Kickstarter, che ha raggiunto lo straordinario risultato di 600.000 dollari.

L’ingresso del Fondo Italiano d’Investimento mira a consolidare la dimensione internazionale di Seco, che ha già sedi operative a Boston, Amburgo e Taiwan. Un riconoscimento formale e sostanziale del rilievo che ha assunto l’azienda sul panorama nazionale.

Per approfondire: l’articolo del Corriere della Sera del 31 maggio 2018

 

CUBIT. Progetto C​ubus finanziato nel quadro del POR FESR Toscana 2014-2020